Modificatori Flash: Griglia a nido d’ape

grid_recensione-home

I modificatori per flash, come dice il nome stesso, sono gli “strumenti” che modificato (appunto) la luce emessa, in questo caso, dal flash. In questo articolo parliamo delle griglie a nido d’ape per speedlights (ma il discorso è valido anche per i flash da studio).

Cosa sono ed a cosa servono ? Sono delle griglie con un pattern a nido d’ape di diverso spessore e servono a controllare la luce in modo da concentrarla in un punto specifico. Sono molto usate per creare l’effetto vignettatura sugli sfondi. Nei flash da studio spesso vengono utilizzate in combinazione con gli snoot.

Esistono diversi tipi di queste griglie che si differenziano per la loro capacità di restringere l’angolo del fascio di luce, due fattori influenzano la loro capacità di restringere il fascio di luce

grid

e sono:

1. Lo spessore della griglia

2. Il diametro dei fori.

Maggiore è lo spessore e il diametro dei fori e più la luce verrà concentrata in un solo punto.

Capirne il funzionamento è molto semplice una volta che le si ha in mano, basta guardare attraverso la griglia ed iniziare ad inclinarla. Come potete notare nelle immagini seguenti l’angolo di visione diminuisce e con esso il fascio di luce che lo attraversa.

grid_2

 

Consigli per gli acquisti. Personalmente uso le griglie prodotte della Opteka, si trovano su amazon a circa 10€* il pezzo e sono prodotte in due tagli diversi 1/4 e 1/8, quella da 1/4 coprirà un area abbastanza ampia, mentre la griglia da 1/8 darà un fascio di luce più concentrato. Se volete spendere un po’ di più Rogue propone un kit di 3 griglie modulari più il supporto per il flash a circa 40€*.

*prezzi al momento della stesura della recensione

 

“Spend more on your modifiers than your lights” – Scott Kelby

By | 2017-06-29T12:36:34+00:00 giugno 25th, 2013|Blog, Featured, Illuminazione|0 Commenti

About the Author: